In questa scheda parliamo dell’obiettivo chiave n°6 della Politica Agricola Comunitaria“contribuire ad arrestare e invertire la perdita di biodiversità, migliorare i servizi ecosistemici e preservare gli habitat e i paesaggi”.

Che cos’è la BIODIVERSITA’?  Altro non è che la ricchezza di vita sulla terra: i milioni di piante, animali e microrganismi, i geni che essi contengono, i complessi ecosistemi che essi costituiscono nella biosfera. Un vero scrigno da preservare. 

L’attività agricola dipende molto dalla biodiversità ed ha un ruolo importante nella conservazione di habitat e animali che dipendono dai terreni agricoli.

Purtroppo, in Europa, gli habitat collegati all’agricoltura sono adesso tra quelli meno favorevoli alla biodiversità 😱…come mai?

L’uso di pesticidi e concimi non naturali, insieme allo sfruttamento intensivo del terreno sono due delle cause di questa perdita di biodiversità. Anche i cambiamenti subiti dal paesaggio per fare posto alle macchine agricole moderne hanno avuto un grosso impatto sulla biodiversità.

PAESAGGI AGRARI

Prova a fare una passeggiata in campagna e guardati intorno…cosa vedi?

Riesci a individuare le cose che sono state aggiunte dall’uomo e quelle che invece sono naturali?

Per poter coltivare la terra e produrre il cibo gli uomini hanno piano piano cambiato il paesaggio intorno a loro, ad esempio eliminando alberi e cespugli, costruendo muri per dividere i terreni e strade per trasportare meglio il raccolto.

Tutto quello che vedi intorno ai terreni agricoli o ai pascoli è paesaggio agrario.

Un paesaggio agrario è un paesaggio naturale modificato dall’uomo per coltivare e allevare bestiame.

L’uomo e gli animali in questo habitat hanno vissuto per centinaia di anni in equilibrio: le coltivazioni dell’uomo erano nutrimento per alcuni animali, i muretti a secco e le siepi diventavano riparo per altri.

Questo equilibrio favoriva la biodiversità.

Un paesaggio agrario in Sicilia.

BIODIVERSITÁ

La parola biodiversità deriva dal greco bios = vita, e dal latino diversitas = differenza o diversità.

Quindi, con la parola biodiversità vogliamo dire che ci sono tante forme di vita differenti nello stesso habitat (piante, animali, insetti, funghi ecc).

LA BIODIVERSITÀ NEI PAESAGGI AGRARI

La biodiversità nei paesaggi agrari in Europa è molto diminuita negli ultimi decenni.
I dati raccolti dalla Comunità Europea nel corso di vari progetti hanno mostrato una diminuzione della popolazione di molte specie di uccelli dipendenti dall’agricoltura perché i terreni adibiti a pascolo non sono più habitat adeguati. Altri dati hanno mostrato la graduale scomparsa delle farfalle e di altri insetti impollinatori a causa dell’uso di pesticidi.

Biodiversità: tanti animali che vivono nelle siepi dei paesaggi agrari. Immagine tratta dal lavoro di Alberto Manzi “La vita Migliore”

Biodiversità: tanti animali che vivono nelle siepi dei paesaggi agrari. Immagine tratta dal lavoro di Alberto Manzi “La vita Migliore”

La ragione per cui la biodiversità sta calando è anche legata alle caratteristiche del paesaggio agrario. Infatti per fare posto a grossi macchinari, sistemi di irrigazione e colture intensive l’uomo ha stravolto, ancora una volta, il paesaggio abbattendo i cespugli e i muretti a secco che una volta delimitavano le campagne, prosciugando stagni ed abbattendo boschetti per avere ancora più spazio per coltivare.

COSA FA LA COMUNITÀ EUROPEA?

Nelle aree agricole europee la presenza di uccelli, fauna selvatica e animali impollinatori viene attentamente monitorata e ci sono in azione vari programmi di promozione della biodiversità e dell’agricoltura sostenibile (con meno pesticidi e fertilizzanti chimici).

Inoltre l’Europa promuove, anche dal punto di vista economico, le Fattorie ad alto valore naturale, cioè modi di gestire l’agricoltura e l’allevamento che favoriscono la biodiversità e il miglioramento dell’habitat di molte specie.

Le fattorie ad alto valore naturale sono circondate da vegetazione semi naturale (cespugli, erbe spontanee) ma anche da boschetti, stagni e muretti a secco.

In questo tipo di fattorie non si coltiva una sola cosa per tanto tempo (monocoltura intensiva) e l’uso di fertilizzanti e pesticidi è ridotto al minimo.

COSA POSSIAMO FARE NOI BAMBINI?

Nel giardino di casa possiamo piantare alberi da frutta o creare aiuole con ortaggi e piante da fiore, in questo modo durante il periodo della fioritura aiuteremo gli insetti impollinatori a trovare cibo.

A scuola, possiamo realizzare apposite aiuole (o grandi vasi) con erbe officinali come menta, rosmarino, erba cipollina, origano, borragine, salvia.

Piccole piante aromatiche possono essere coltivate in vasetti biodegradabili in cellulosa.
Foto di Christine su Unsplash

Un “hotel per insetti” dove le api solitarie possono trovare riparo.
Foto di Tania Malréchauffé su Unsplash

Le api solitarie (imenotteri selvatici) sono insetti impollinatori molto importanti in agricoltura. Con l’aiuto dei compagni di classe possiamo costruire ed installare delle casette dove questi insetti possono trovare riparo.

A scuola possiamo allestire una nursery per farfalle, osservare il bruco trasformarsi in crisalide e poi in farfalla e liberare le farfalle in campagna o in un’area verde.

GIOCA!

GIOCA CON LA TUA FAMIGLIA

Con l’aiuto di un adulto scarica su un telefono o su un tablet la app gratuita Floris di Centro Zaffiria, (la trovi sia sul Play Store che sull’App Store).

Con Floris potrete esplorare un prato fiorito, scoprire gli insetti che lo popolano e creare un insetto che andrà ad abitare nel prato.

BIBLIOGRAFIA

Animali nel prato di Iela Mari
Sul prato sotto il prato di Giovanna Zoboli e Philip Giordano
Dove c’era un prato di Jörg Müller
Paesaggi di Coca Frigerio
Microcosmo: la farfalla
Farfalle (un opera d’arte a colori) di James Lowen
Il mondo delle api di Cristina Banfi e Giulia De Amicis

SITOGRAFIA

https://it.wikipedia.org/wiki/Biodiversit%C3%A0
https://it.wikipedia.org/wiki/Paesaggio_agrario

Prato: caratteristiche, composizione e vegetazione


https://www.reterurale.it/registropaesaggi
https://www.reterurale.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/14339

Api: 4 cose interessanti da insegnare ai bambini