Maggio 2023: la Romagna è immersa nel fango. La tragica alluvione di metà maggio aveva portato morti, distruzione e un iniziale senso di impotenza con interi paesi e campagne devastati. Ma proprio in questi giorni i romagnoli ci mostravano anche altro: il desiderio di ripartire il prima possibile grazie alla grande solidarietà che li avvolse come in un abbraccio.  Andiamo allora a conoscere giovani frutticoltori e agricoltori alle prese con il loro primo raccolto autunnale per capire come hanno fatto a riprendersi e cosa è successo. Il tema chiave della puntata è dedicato ai cambiamenti climatici.

Telecamere puntate sui giovani faentini Alessandro Bacchilega e Martina Farolfi, che hanno subito danni a causa dell’esondazione del fiume Lamone e che per giorni non sono potuti entrare in campo per prendersi cura degli impianti di kiwi e olive.

Poi ci si sposta a Cesena, vicino al fiume Savio, dove un ancora emozionato Gianluca Zoffoli, oltre a mostrare i gravi danni provocati irrimediabilmente al suo raccolto di kiwi, racconta anche dei gesti di solidarietà che hanno sostenuto la sua lenta ripresa.

La frutta per la Romagna è una delle produzioni più importanti dell’area e i cambiamenti climatici stanno mettendo a dura prova gli agricoltori, tanto da dover prendere decisioni drastiche anche per il futuro.

Nella puntata televisiva spazio anche agli esperti, il meteorologo e climatologo Pierluigi Randi e Federica Rossi, responsabile della Divisione Agricoltura di Precisione e Agroambiente della Società di ricerca Ri.Nova, che spiegano come poter fronteggiare questi eventi climatici estremi al fine di ridurne i pericolosi danni.

La puntata si chiude con il servizio curato da TV Prato e dedicato al tema chiave “MITIGARE GLI EFFETTI DEI CAMBIAMENTI CLIMATICI” con i bambini dell’Istituto Comprensivo Filippino Lippi – Scuola primaria Ciliani di Prato.

La puntata integrale qui sotto: